serigrafia
Silky Poligrafica

AZIENDA

La nascita.


L'atto di nascita dell'azienda risale al Febbraio 1972.
Si affaccia sul mercato come serigrafia, una microstruttura dedita soprattutto alla produzione di etichette autoadesive pubblicitarie ed industriali. La stampa serigrafica in quegli anni toccò il suo apice proprio con la stampa su pvc autoadesivo. Le richieste prevedevano nella maggior parte dei casi stampe di autoadesivi, allora utilizzati da qualsiasi attività commerciale e industriale come gadget promozionali o regali aziendali per la clientela.
Bensì la richiesta dell'adesivo "gadget" fosse ormai radicata e importante in termine numerico, la domanda non si limitava alla promozione ma spaziava dalla stampa di adesivi tecnici utilizzati per avvisi di sicurezza, per indicazioni di direzione o per avvisi di pericolo, alle targhe metalliche utilizzate per la maggior parte su macchinari industriali. Con la stampa di adesivi promozionali e tecnici l'azienda si attrezzò anche per la stampa di vetrofanie. La richiesta veniva maggiormente da realtà che si occupavano della grande distribuzione, le quali avevano la necessità di promuovere i punti vendita rendendoli riconoscibili attraverso l'applicazione delle vetrofanie sulle vetrine dei negozi.
Nel 1976, con l'acquisizione di un impianto industriale logisticamente più adeguato, le produzioni si diversificarono. Oltre alla serigrafia su pvc adesivo l'azienda si specializzò nella stampa serigrafica per il settore calzaturiero e sportivo. I prodotti spaziavano dalle tomaie delle scarpe ai particolari per doposci all'attrezzatura sportiva in genere. La clientela era costituita dalle maggiori aziende a livello nazionale ed internazionale data la vicinanza con il distretto calzaturiero di Montebelluna, leader mondiale per la calzatura sportiva.
Le tecniche di stampa utilizzate per il calzaturiero vennero poi applicate anche al mondo del tessile, fu così che per l'azienda si aprì una fase importante di sviluppo. Furono fatti investimenti cospicui per l'ampliamento della stampa serigrafica su tessuto e per quello della produzione di tranfer sublimatici ad alta definizione. L'organico interno passò da un gruppo ristretto di collaboratori ad alcune decine.
Ciò permise di creare e consolidare importanti collaborazioni con aziende leader del settore tessile nella provincia di Treviso.
Curiosità: il nome Silky tradotto in italiano "setoso" fu scelto in quanto i telai serigrafici in origine, erano composti da una tela di seta che veniva fissata su di una cornice in legno.

serigrafia
transfer sublimatici
stampa offset
serigrafia